La legge della determinazione

Legge della determinazione

Hai mai commesso l’errore di sottovalutarti, di non accettare te stessa, di non accettare le tue imperfezioni?
Se hai avuto questo tipo di pensieri, sappi che non ti porteranno da nessuna parte.

Forse gli altri vi screditano, forse sei stata presa in giro per il tuo aspetto o per come ti vesti o addirittura per il tuo peso.

Magari niente di tutto questo, più semplicemente ti saranno capitati dei momenti, in cui non avevi la forza o il coraggio per proseguire un tuo sogno o un tuo desiderio.

Sappi che non mi piace parlare della negatività, anzi io sono per la filosofia dell’amore e della positività. Però ho scoperto una cosa, ed l’ho scoperta sulla mia pelle…cioè, non devi fare finta che questi pensieri non ci siano. Non devi nascondere la testa sotto la sabbia e far finta di niente.

Quando dovrai prendere delle decisioni che plasmeranno il tuo destino, lo farsi in base ai due più potenti sentimenti che esistano: l’amore o la paura!

Nelle occasioni che prenderai decisioni governate dalla paura o da sentimenti negativi, compierai scelte scadenti.

Eppure devi sapere che anche nelle scelte negative possono arrivare dei grandi insegnamenti, anzi è proprio dai fallimenti che arrivano le lezioni migliori. Ora non voglio spingerti a commettere errori su errori, sarebbe come abbiamo detto prima, far finta di niente.

Ricorda, siamo su questo pianeta solo di passaggio, è tutto un gioco, tanto vale correre dei rischi e giocare.

Poniti questa domanda:

Quale benefici trarresti nel rivelarti per quello che sei, senza maschere, senza dover dimostrare niente a nessuno?

 

legge della determinazione

Un’altra domanda da porti è: saresti disposta ad accettare questi benefici?

Domanda strana, ma tante persone fanno più fatica ad accettare che a chiedere.

Sicuramente hai già sentito parlare della legge di attrazione e di come bisognerebbe usarla…chiedo=ricevo. Eppure non è sempre così facile o almeno non immediato.

La legge di attrazione è solo un inizio, ci sono altre leggi e segreti che governano l’universo, ed uno di questi segreti è: la legge della determinazione, termine coniato da Lisa Nichols, una delle autrici di The Secret e di molti bestseller.

In questo report imparerai come usare, la legge della determinazione con degli esercizi pratici, impartiti proprio da questa strepitosa donna.

Una donna che nacque in povertà e con problemi di peso, infatti a scuola era bersagliata dai compagni, anche per via del colore della pelle. In quegli anni purtroppo l’ignoranza sociale divagava come la peste.

Ma è proprio grazie a quei momenti bui che Lisa ha temprato il suo carattere e venne a conoscenza della legge della determinazione.

Se vuoi scoprire i suoi esercizi per usare questa legge, studia attentamente questo articolo, stai per inoltrarti in un nuovo fantastico viaggio alla scoperta della tua reale forza, Stai per scoprire la legge della determinazione. 

Una premessa

La visualizzazione, il parlare dei propri sogni, immaginare come se fossimo già arrivati, sono tutte cose importantissime, ma la più importante rimane sempre l’azione. Per fare gli esercizi sarà necessaria l’azione, come nel raggiungere i propri sogni, quindi se sei pronta ad agire, si parteeeeeee.

 

legge della determinazione

  1. Comprensione

Ti è mai capitato in passato di sentirti umiliata, criticata, disprezzata o svalutata?

Lisa narra che quando era poco più che una bambina, dovette affrontare l’inserimento dei ragazzi di colore, nelle scuole con i ragazzi bianchi. Sebbene andò con tutte le buone intenzioni, la realtà non fu così buona, perché da quel giorno fu presa di mira da tutti i suoi compagni, i quali la insultavano e denigravano per il colore della pelle.

Addirittura in una gara di corsa per decidere chi poteva prendere a recitare come super eroe in una recita scolastica, anche se arrivo prima, la esclusero.

Perché? La riposta fu che non si erano mai visti super eroi neri. Prova a immaginare su una bambina così piccola  come possa avere influenzato la vita una frase del genere. Smise di sognare.

Sicuramente tu hai le tue di storie e dì esperienze, il problema è che inconsciamente quando prendi decisioni nel presente, le prendi in base a quanto ti senti all’altezza per via di fatti passati.

Gli eventi del passato non si posso cambiare, sono accaduti, non puoi farli sparire:

  • Piangendo
  • Ignorandoli
  • Nemmeno pregando

Puoi soltanto interpretarli in modo diverso, capendo che anche gli eventi sgradevoli ti hanno fatto diventare la persona che sei oggi. Cioè una persona che continua ad imparare, a tal proposito hai tutta la mia stima.

Esercizio

Prendi carta e penna, scrivi da due a quattro esperienze passate che ti hanno causato dolore, che ti fanno domandare perché siano capitate a te.

Se continui a chiederti perché, senza trovare una risposta, rimani vittima dell’esperienza passata, quindi ad ogni domanda scrivi a fianco un grosso: PERCHÉ?

Ora rispondi ad ogni perché con onestà, sincerità e compassione, in modo da rispettare te stessa e le persone coinvolte. Questa grande opportunità ti spingerà a prendere una enorme decisione, di rivendicare la tua forza.

Questo esercizio è molto potente per accedere alla legge della determinazione, perché sarai davanti una scelta.

Vittima o vincitrice

Puoi essere una vittima o una vincitrice, la scelta è tua. Non accusare nessuno nelle risposte, non colpevolizzare ne te stessa ne altre persone. Concedi ad ogni persona coinvolta di crescere ed evolversi, proprio come te.

Forse non ti piaceranno tutte le risposte ma questo esercizio ti farà fare un balzo in avanti, affinché non continuerai a portarti dietro storie passate che possano danneggiarti.

Un ulteriore cosa che puoi fare, è domandarti che cosa stai imparando da queste lezioni, chiedetelo sempre al presente, scoprirai che dietro ogni evento è celato un’opportunità di crescita. Sii paziente e accresci questo muscolo, come lo chiama Lisa Nichols, il muscolo della comprensione.

2    Fiducia in te stessa

Come si dice:

Se non ci credi tu, non possono farlo gli altri per te.

Questa è una grande verità, ma come mai c’è questa mancanza di fiducia nelle persone?

Non sei un caso isolato, la maggior parte delle persone non crede in se stessa, il motivo è che abbiamo un linguaggio interiore quasi sempre negativo. Il più delle volte ci critichiamo o critichiamo qualcuno.

Anche se ciò che dici non risponde per forza a verità, capita che ci credi ugualmente, quindi ciò che devi fare è cambiare la musica negativa che ti suona in testa con una positiva. Devi usare la legge della determinazione per accedere nella tua fiducia interiore.

Esercizio

Prendi carta e matita, accertati che sia una matita e non una penna, scrivi tutto ciò che ti dici mentalmente quando ti critichi, es:

  • Non sono abbastanza brava
  • Non me lo merito
  • Se fosse così facile lo farebbero tutti
  • Non riesco mai a concludere niente

Amica mia, sappi che quiete sono tutte bugie, non rispecchiano a verità, devi smettere di crederci, ma tu continua a scrivere, una questo pezzo di carta (come ci suggerisce Lisa Nichols) come se fosse una discarica dove stai buttando i rifiuti.

Se hai bisogno di più fogli di carta, complimenti stai facendo un ottimo lavoro, stai per sbarazzarti dei rifiuti che hai nella mente. Ti stai anche rendendo conto di ciò che pensi, perché non è così scontato accorgersi dei propri pensieri.

Seconda fase

Ora passiamo alla seconda fase dell’esercizio, osserva tute le bugie che ti sei detta per anni e con una biro di colore rosso, scrivi quella che sai essere la verità. Ascolta il tuo cuore, la tua anima e le tue intuizioni (non ascoltare la testa).

Siediti in un posto tranquillo e completa l’esercizio, Lisa fa questo esempio, se hai scritto:

  • Non sono abbastanza attraente-Dio mi ha creata con la mia bellezza unica
  • Non troverò mai l’amore-scelgo di amare completamente me stessa prima, così gli altri sapranno come trattarmi. Faccio un elenco delle qualità che voglio nel mio partner, quindi scelgo di avere quelle qualità prima in me stessa.

Tutte queste dichiarazioni positive, provengono dal tuo cuore, luogo dove dimora il Divino e di conseguenza la verità. Completa tutta la lista e avrai un nuovo dialogo interiore.

C’è ancora una piccolissima fare dell’esercizio, che consiste nel cancellare tutto quello scritto a matita, in modo da avere solo le frasi scritte in rosso…il tuo nuovo dialogo interiore.

 

3    Amore

La causa maggiore di’ infelicità è che molto spesso cerchiamo l’amore nelle persone anziché in noi stessi, accade molto spesso che il nostro stato d’animo dipenda da altre persone, molto spesso infatti, si parla di rapporti bastai su una dipendenza, sarebbe meglio basarli sull’indipendenza.

Esercizio

Scriviti una lettera d’amore, può sembrare assurdo, ma non lo è, questa è una tecnica molto potente, che ti permette di tirare fuori, di fa sgorgare all’esterno tutto il tuo amore, facendolo splendere alla luce del sole. Ti riporto qui un pezzo della lettera di Lisa:

legge della determinazione

Cara Lisa,

Volevo solo farti sapere quanto ti voglio bene e ti apprezzo. So che ultimamente hai dovuto affrontare numerose difficoltà e che ti sei sentita sola, ma per favore ricorda che io sono qui con te e che ci sarò sempre. Sono così felice che tu abbia scelto di vivere. I tuoi amici e la tua famiglia ti vogliono molto bene. Sono felice che tu abbia chiesto aiuto e che ti stia impegnando per scoprire tutto quello di buono che c’è in te.

Ti amo, Lisa. Sarò qui per te a ogni passo del percorso. Te lo prometto.

Questa è la lettera di Lisa, ora tocca a te, se ti va di condividerla ne sarei onorato.

4    Gruppo dei pari

C’è una regola che dice che per capire il tuo status sociale devi osservare le persone che frequenti di più, come ragionano, quanto guadagno, i loro hobby ecc…

Magari non ti trovi a tuo agio con queste persone, ma essendo che l’essere umano è un individuo abitudinario, tende a restare nei luoghi che conosce anche se non si sente a proprio agio e non riesce ad evolvere.

Esercizio

Scrivi su un foglio tutte le persone con cui hai a che fare regolarmente, a fianco del nome, scrivi quanto ti senti a tuo agio con questa persona dando un voto da 1 a 10.

10 vuol dire che vi sentite a disagio mentre 1 vi sentite così ad agio che potreste raccontare le tue cose più intime.

Quello che ti chiedo è sincerità nel dare i voti, a volte tendiamo a raccontarcela più tosto che guardare in faccia la verità.

Poi indica col dito la persona e il voto dato, il motivo è che indicando la tua attenzione sarà esclusivamente su quella persona, secondo il senso del tatto sarà strettamente connesso alle tue emozioni.

Sicuramente tutte le persone che sono sulla tua lista, sono persone importanti, quindi ascolta le emozioni che provi con ogni singola persona, se ti accorgi di provare disagio ascolta la tua emozione, fai chiarezza. Qui le cose sono due, la prima scegli di parlare con questa persona scoprendo magari che anche lei provava questo disagio ma non aveva il coraggio di esprimersi, secondo puoi scegliere di lasciare andare chi ti fa soffrire o ti svaluta.

5    Azione

In quanto co-creatore assieme al Divino, l’azione è fondamentale per arrivare a raggiungere i propri sogni, troppe persone aspettano senza mai agire, aspettano che le opportunità cadano dal cielo. Errore che anche tu devi evitare di fare, si,  l’universo ti manda le opportunità ma se non passi all’azione niente muterà nella tua vita.

 Devi accettare che l’universo faccia la sua parte ma tu devi assolutamente fare la tua, per quello si dice “co-creazione”.

Esercizio

Una cosa fondamentale per rafforzare il tuo muscolo dell’azione e tenere a mente la tua destinazione, e nei momenti più duri, dove avresti voglia di mollare, ricordarti perché hai iniziato.

Quando ti accorgi che le cose non stanno andando come ti saresti aspettata, fermati, clicca sul pulsante pausa.

Cerca di rilassarti e di focalizzare la tua attenzione sul tuo obiettivo finale. Ispira un paio di volte e lascia andare tutti i pensieri controproducenti.

Fatti queste domande:

  • Perché ho iniziato?
  • Quanto bene mi farebbe raggiungere il mio obiettivo?
  • Posso raggiungerlo anche passando da dei momenti più grigi?

Un’altra cosa fondamentale che puoi fare, è osservare se queste piccole deviazioni possono farti scoprire altre opportunità, perché il più delle volte ci si focalizza così tanto sul problema da non accorgersi che nel problema è situata un’opportunità.

So che può capitarti di passare del tempo a lamentarti di ciò che non arriva, ma non giudicarti, fa parte della natura umana.

Però se da tempo segui questo blog, avrai sicuramente una consapevolezza maggiore rispetto a chi non è a conoscenza di certe leggi universali, di conseguenza sai che lamentarti non ti porterà a nulla.

Magari ci sono delle cose che dovresti lasciare andare ma non lo fai, non passi all’azione. Prova a risponderti a queste domande:

  • Che cosa non va bene per me ora, cosa non fa bene al mio benessere?
  • Cosa questa situazione a da insegnarmi?
  • Quale piccolo passo posso fare oggi per andare verso il mio obiettivo?
  • Che cosa trarrò da questo piccolo ma importante passo.

Queste domande porteranno via l’attenzione dalla lamentela e la sposeranno sulla soluzione, ti accorgerai che l’azione nascerà dalla consapevolezza, come suggerisce la nostra amica Lisa Nichols.

6    Legge della determinazione e gratitudine

Si parla spesso di gratitudine, forse anche troppo, ma la verità è che devi essere determinata, non puoi solo dirlo e quando qualcosa va storto dimenticartene, anzi, forse è proprio lì che devi accedere a questo enorme potere.

legge della determinazione

 

La ripetizione è il segreto per l’apprendimento perciò l’esercizio che segue devi farlo per minimo 21 giorni.

Esercizio

Ogni mattina prima di alzarti dal letto, rimani immobile e pensa a 10 cose delle quali sei grata in questo preciso istante. Qualunque cosa:

  • I tuoi figli
  • La tua macchina
  • La tua casa
  • Il tuo cellulare
  • Per il fatto che sei viva e sana

Qualunque cosa, anche del sorriso da parte di un estraneo in posta, non so fai tu, avrai sicuramente le tue cose per cui essere grata. Ricorda che il Divino si manifesta nell’amore e nella gratitudine.

L’esercizio è di 21 giorni perché gli esperti dicono che ci vogliono 21 giorni per trasformare un comportamento in una abitudine.

7    Sogna in grande

Viviamo in un mondo in cui le convinzioni limitanti sono accettate, ed in alcuni contesti addirittura incoraggiate. Non voglio criticare nessuno, nemmeno le istituzioni. Ma guarda il sistema educativo, è limitato, da chi puoi essere o chi non puoi essere. Questa scelta dovrebbe aspettare a te.

Perché hai bisogno di sognare in grande

 

Sognare in grande è importane per raggiungere i propri sogni.
Una volta ebbi l’onore di parlare con un imprenditore che si risollevò dopo un periodo di crisi aziendale. Alla mia domanda su quale fu il segreto per fare ripartire alla grande la sua impresa, la risposta che diede mi meravigliò. moltissimo.

Mi disse: Caro Alex una volta la mia azienda andava a gonfie vele, poi all’improvviso tutto si bloccò, ma non si bloccò esteriormente ma bensì, interiormente. Smisi di sognare perché avevo tutto, e le cose andarono a rotoli. Quando mi accorsi di questo ritornai a sognare come un bambino, ed oggi tutto è tornato come prima, anzi meglio.

Ecco perché sognare è importante, ed è ugualmente importante pensare in grande. Voglio lasciarti con una breve intervista di Lisa Nichols su questo tema:

Se penso alla dona che ero una volta a mala appena la riconosco, sono autrice di 6 best seller, sono stata invitata da Oprah, Larry King, dalla CNN. Viaggio in qualsiasi parte del mondo, ho lavorato in Taipei, Africa, Kazakistan.

Ma non è sempre stato così, ho avuto difficoltà per ben 12 anni. A scuola non mi sentivo abbastanza brava, la parola bocciata o non passata, si ripetevano ogni anno.

Mi sono laureata. Ma in cosa mi sono veramente laureata? Chi dovrei essere? Chi potrei essere?

Ma non era l’opportunità della mia vita, guardando i primi 10 o 15 anni della mia vita, mi sentivo in difficoltà perché avevo bisogno di sognare in grande, in quel periodo i miei sogni, sono stati limitati da credenze culturali.

Ci definiamo in base a quello che erano i nostri genitori, a ciò che la nostra cultura vuole, da ciò che il nostro paese può fare.

Prendiamo in considerazione vari aspetti della nostra vita:

  • Finanziario
  • Mentale
  • Emotivo
  • Famiglia
  • Geografia

Tutte queste cose le mettiamo in una scatola, alcune sono grandi così, altre sono più piccole.

La realtà è che ci insegnano a essere realistici, logici, pratici, ma ad esempio non c’è niente di realistico e logico nella vita di Steve Jobs, non c’è niente dì realistico e logico nella vita di Martin Luther King e nella sua lotta per il cambiamento.

Non c’è niente di realistico nella vita di Nelson Mandela, che ha vissuto in prigione per 27 anni e ha sostenuto il movimento di liberazione più grande di tutti i tempi.

Non c’è niente di realistico nemmeno nella mia vita, nata e cresciuta a Los Angeles, litigavo quando ritornavo da scuola. Non avrei mai dovuto scrivere, non avrei mai dovuto parlare in pubblico.

Ho avuto un bambino prima del matrimonio, ricevevo assistenza dallo stato per sfamare il mio bambino. Non avevo soldi per comprare quello che mi serviva. Ho accolto mio figlio in un asciugamano per tre giorni, fino a quando non ho avuto i soldi per comprargli i pampers. Non c’era certezza di diventare quella che sono oggi.

Qualcosa è cambiato, ma non è avvenuto dall’esterno…la mia cultura, la mia comunità non mi hanno aiutato, il cambiamento è avvenuto da dentro. Chi ero destinata a diventare, semplicemente non funzionava per me.

Non sembrava realistico, pratico e logico, non sapevo come sarei arrivata lì, non c’erano esempi su come arrivare lì, non c’erano istruzioni e nemmeno il GPS. Non c’era nessuno vicino a me che potesse aiutarmi.

Per vivere la vita che ami e amare la vita che vivi, devi essere disposta a fare un passo più in là rispetto al normale.

Devi andare al di là di ciò che ti sembra normale e realistico, devi essere disposto a sognare in grande, e dare a te stessa la possibilità di un futuro migliore.

Inizia da te.

Conclusione

 

Questi semplici esercizi faranno la differenza solo se sarai disposta a farli costantemente, non ha caso questa è chiamata la legge della determinazione. L’azione sarà fondamentale, ma ancora più fondamentale sarà la tua voglia di non trovare scuse e incolpare gli altri per la tua situazione attuale ma bensì la voglia di prendere in mano la tua vita e farne un capolavoro.

Nel banner qui sotto in giallo avrai la possibilità di scaricare gratuitamente il report: come allineare i pensieri per generare ricchezza. Un manuale che usato insieme alla legge della determinazione ti potrà far fare un salto quantico verso la vita dei tuoi sogni.

Comments

comments

2 risposte a “La legge della determinazione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *