Hai bisogno di vendere di più? Prova questa strategia a prova di bomba

Come è possibile che hai il prodotto, servizio o l’attività migliore del mondo ma non riesci a vendere? Perché non riesci neanche a farti ascoltare dal cliente? Come mai la stessa persona che hai cercato di fermare per esporre il tuo prodotto o qualunque servizio hai da offrirgli, con te non è ha voluto sapere ma ha comprato dalla concorrenza?

vendere

Immagino come come puoi sentirti o che tipo di pensieri ti girano in testa, un ronzio infernale che recita più o meno così:

  • Sono una fallita
  • Non sono capace a vendere
  • Colpa di quel cliente che non ascolta
  • Colpa della società che scredita i venditori
  • Forse aveva ragione mio padre quando mi diceva di trovarmi un lavoro sicuro
  • Come è possibile che quel tizio vende così tanto (allora sono proprio io)

Ti dico subito una cosa.

Non è colpa tua né tanto meno sei una fallita, anzi se sei in questo campo anche se sei donna avrai sicuramente degli enormi attributi sotto.

Ne sono convinto e sotto sotto lo sai anche tu, se no avresti già mollato da tempo e non saresti nemmeno finita su questo articolo.

Oggi voglio spiegarti questa tecnica in quattro passi che potrà completamente capovolgere a tuo vantaggio questa situazione nella quale ti ritrovi ora, riuscirai a vendere di più o sponsorizzare di più, ma solo se eseguirai questi passaggi alla perfezione.

Quindi se vuoi scoprire di che tecnica si tratta leggi attentamente questo articolo, nel quale ti spiegherò come trarne beneficio nella tua attività…il nome di questa tecnica si chiama AIDA.

A.I.D.A.

Questa formula o strategia, chiamala come preferisci, risale a 2500 anni fa. Sapevo che era una strategia antica ma ho scoperto leggendo il libro: scrittura ipnotica, che risale addirittura ad Aristotele ed agli antichi greci e spiega come i grandi oratori del passato usassero questa tecnica per persuadere le persone.

All’epoca non era chiamata aida, non aveva neanche un nome, ma come spiega sempre il libro citato prima, Aristotele diede la sua formula che recita in questa sequenza:

  • Esordio.

Attirare l’attenzione del pubblico con affermazioni eclatanti o con delle storie che invoglino lo stesso pubblico a prestare attenzione.

  • Narrazione.

Parlare del problema che le persone del pubblico hanno.

  • Conferma.

Offrire soluzioni al problema

  • Perorazione.

Dire i benefici che questa soluzione porterà alle persone coinvolte

Ma cosa vuol dire aida?.

Questa versione molto antica nel corso degli anni è stata trasformata e rinominata aida come già accennato poc’anzi.

  • A = attenzione
  • I = interesse
  • D= desiderio
  • A= azione

 

Ma vediamo insieme ancora più da vicino come decifrarle:

  • Attenzione = curiosità
  • Interesse = bisogno
  • Desiderio = entusiasmo
  • Azione = azione

Prima di partire con la spiegazione di questa tecnica, vorrei dirti gli errori più comuni che fa un venditore, ovvero focalizzarsi troppo sul risultato che gli darà quella vendita, quanto guadagnerà è il beneficio che ne avrà in futuro. Un altro grande errore è pensare che il proprio prodotto, servizio o qualunque altra cosa sia migliore della concorrenza.

Vendere non è un gioco.vendere

Tutte frottole…capiamoci bene è importantissimo farsi dei progetti di vita e di conseguenza farci due conti sulle vendite o provvigioni o qualunque metodo di pagamento avete. Ed è anche importantissimo credere nel proprio prodotto, perché come ben sai, se non ci credi tu, come puoi trasmetterlo alle altre persone.

È tutto questo lo insegnano nei seminari, nei corsi di formazione e forse vi insegnano tecniche per abbindolare le persone, la più famosa di tutti  moto gettonata ora è la pnl. Quanto fa figo dire: studio pnl e conosco delle tecniche potentissime per vendere.

Risultato.

Si sì fa figo, peccato che se stai leggendo questo articolo è perché fa solo figo ma di vendite neanche l’ombra, forse un po’ di frustrazione per i soldi spesi del corso.

Mi sa che l’unico che ci ha guadagnato è il formatore di turno.

Non voglio dire che la pnl non sia utile, anzi è un ottimo strumento di crescita personale, migliora l’autostima, fa superare fobie e paure o cambiare qualche atteggiamento non molto salutare. La pnl si usa su se stessi non sulle altre persone.

In primis perché  l’essere umano non è stupido e secondo usando tecniche di linguaggio l’altra persona lo percepisce, si sente presa in giro e cambia aria. Terzo manca il cuore, il sentimento, ti focalizzi troppo sulla tecnica è perdi di vista l’amore per le persone e quello che fai.

Non puoi vendere se metti troppo ego.

Inizi a capire perché non riesci a vendere? Penso di sì ma per sicurezza voglio dirtelo anche io. Troppo ego, troppo focalizzata su te stessa da dimenticare che il servizio che dai e alle altre persone e di quanto guadagni o di quanto sia buono in confronto alla concorrenza il tuo prodotto al cliente non frega niente.

Il cliente vuole essere trattato da persona e non da cliente e se deve comprare e perché tu ti sei interessata a lui realmente, aver risolto un suo bisogno una sua esigenza, allora sì che li hai fatto bingo. Un bel win win, io vinco tu vinci.

 

Ormai l’avrai capito, non cercare di persuadere gli altri pensando ai tuoi interessi. Non funziona e io direi per fortuna.

Devi concentrarti su cosa vogliono gli altri, più sarai i grado di capire cosa vogliono le persone, i problemi che devono risolvere o i benefici che stanno cercando è più farai fatturati enormi.

 

E ora vediamo come si usa questa tecnica.

1 A = Attenzione.

Ricordati che di fronte hai delle persone, con delle emozioni, con i loro problemi e con le loro gioie. Tutto quello che devi fare è ascoltare, poi ascoltare e dopo ascoltare.
Si ascoltare è fondamentale, solo in questa maniera puoi capire gli interessi venderedell’altra persone, i gusti, i suoi sogni, i suoi problemi ecc..

Fallo sempre con il cuore, non cercare di usare questa tecnica meccanicamente come se fossi un robot, ascolta e interessati veramente al tuo interlocutore.

Quando avrai capito quale è il bisogno, potrai passare alla fase due, ma fino ad allora non cercare di vendere niente, faresti un buco nell’acqua.

2 I = Interesse.

Eccoci, questo è un punto fondamentale, perché se hai ascoltato con cura avrai tutte le nozioni per agire. Ti faccio un esempio, se dopo aver ascoltato il tuo interlocutore ti sei accorta che lui ha mal di schiena e tu gli domandi: hai ancora mal di schiena?

Al 100% avrai catturato la sua attenzione.

Ora non buttarti subito a vendere il tuo prodotto, ma cerca di fargli provare interesse, ovvero raccontagli qualche storia (che conosci realmente) di qualche persona guarita dal mal di schiena.Se riesci a suscitare interesse avrai fatto più di metà della vendita.

3 D = Desiderio.

Ora  devi  cercare di fargli vivere l’emozione di vivere senza il mal di schiena, potresti fargli degli esempi su come migliorerà la sua vita e di cosa potrà fare senza il suo mal di schiena, se hai ascoltato bene conoscersi anche i suoi interessi e tutto ciò che finora per via del suo malessere non ha potuto fare.

Se sarai stata abbastanza brava da fargli vivere l’emozione di essere anche senza mal di schiena mentalmente ed emotivamente, magari facendogli notare che finalmente potrà tornare a giocare a pallone con gli amici, sarà il momento di passare all’ultima fase.

4 A = Azione.

Ora è il tuo momento.
Se hai fatto tutte le fasi correttamente, è finalmente ora di proporgli il tuo prodotto e di dargli il suo benefico.

Non ci sarà bisogno di fare tante parole, anzi più ne fai è più sembra una vendita accanita, ma con queste fasi l’unico ad aver parlato sarà il tuo interlocutore e come se tu avessi venduto il tuo prodotto ma senza proporglielo.

Questa tecnica è usata dai migliori venditori e formatori, forse metterla in pratica all’inizio ci vorrà un po’ ma con un po’ di esperienza diventerà automatica e non dovrai spii sgolarti e parlare ore ore perdendo un sacco del tuo prezioso tempo per poi sentirsi dire di no.

Vendi a chi ne ha bisogno.

Mettiti all’opera e mi raccomando non cercare di vendere il tuo prodotto se l’altra persona non ne ha bisogno, sarebbe come sfilargli i soldi dal portafoglio.

Ma tu che non sei così è lavori con il cuore e la passione sono sicuro che farai dei numeri stratosferici.

Cliccando su questa frase accederai ad un indirizzo google dove ti illustrerà molti libri che trattano l’argomento vendita.

 

Ti posso chiedere un favore? Se l’articolo ti è piaciuto o pensi che abbia bisogno di un miglioramento, lascia un commento e vedrò di farne tesoro per migliorarmi e fare articoli adatti alla tua persona.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *